Riuso dell’acqua piovana. Un progetto con le scuole

Riuso dellacquaIl progetto vede coinvolte 3 classi del triennio dell’ISIS Malignani e dell’Istituto agrario di Spilimbergo.
Lo gestisce Legambiente in collaborazione con IRTEF e CEVI per la gestione della didattica. Protagonisti dell’esperienza sono i docenti e soprattutto gli allievi che attraverso un approccio laboratoriale predisporranno lo schema progettuale di un impianto  per il recupero dell’acqua piovana da destinare  all’irrigazione delle serre presenti o da realizzare presso i rispettivi istituti.

La presentazione, da parte dei ragazzi, del lavoro effettuato è previsto in prossimità della giornata mondiale dell’acqua, il 21 marzo, all’interno di un evento organizzato dal CEVI.

Ulteriori 2 temi sono stati affrontati nel percorso: l’impatto dei cambiamenti climatici sull’intensificazione del ciclo idrologico in regione ed esperienze di riuso della risorsa nel terzo mondo. Queste attività sono parte integrante del progetto “ACQUA & VITA, ACQUA BENE COMUNE” realizzato in collaborazione con IRTEF, CEVI e FIAB e con il sostegno dei Soci Coop Alleanza 3.0.

Il prossimo appuntamento è calendarizzato per il 19 marzo a Codroipo e avrà come tema: “Tagliamento domani”. Ma di questo evento ne parleremo diffusamente in seguito.

Altre iniziative già realizzate dal progetto hanno riguardato:

  • Attività di educazione ambientale nelle scuole sulla risorsa acqua “Il fiume racconta” (coinvolti quasi 600 ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado);
  • Un seminario con ARPA al liceo Pujati di Sacile su “Clima e acqua”
  • Una “due giorni” in bici sul Tagliamento, dalla sorgente alla foce, che ha visto la partecipazione di  oltre 100 ciclisti e 30 relatori che hanno raccontato il fiume. La manifestazione, realizzata in collaborazione con FIAB, ha avuto lo scopo di promuovere la ciclabile del Tagliamento e di programmare l'incontro del 19 di marzo.

Stampa