Sicurezza? SIcura l'umanità e la terra

Centro balducciIl Centro Balducci ha cercato di mantenere fede all’impegno assunto nel settembre 1992: quello cioè di rapportare l’accoglienza delle persone migranti alla promozione culturale sulle grandi questioni dell’umanità profondamente intrecciate con i loro esodi costretti.

Ripercorrendo i temi dei 26 convegni vissuti con la partecipazione di donne e uomini provenienti da diversi luoghi del Pianeta si può cogliere il filo conduttore del rapporto con l’altro e le sue diversità e della giustizia, pace, salvaguardia dell’ambiente, nello spirito dinamico del cambiamento della società con l’impegno di contribuire alla sua umanità.

Per questo 27° convegno si è scelto di approfondire la questione della sicurezza per liberarla dai contenuti disumani con cui ossessivamente viene evocata e che ha trovato espressione legislativa nelle due leggi sicurezza discriminatorie, razziste, fonti di insicurezza. La questione è importante: riguarda ogni persona nelle sue dimensioni più intime e nelle relazioni; i territori, le città, i paesi; le scuole, gli ospedali e i luoghi di lavoro; l’ambiente vitale: la terra, l’acqua, le piante; le strade e ancora altre realtà e situazioni. Inizia così il depliant del 27esimo convegno del Centro che avrà inizio il giovedì 26 settembre alle 20.30 e si concluderà il 29. Il 27 settembre interverrà anche Legambiente FVG sul tema dei cambiamenti climatici e Aran Cosentino, attivista ambientale e bandiera verde.

Si allega il programma completo.


Stampa