Emergenza COVID: è indispensabile la regolarizzazione delle persone straniere

Emergenza COVID: è indispensabile la regolarizzazione delle persone straniere

Visite: 268

La fase due della crisi provocata da COVID19 serve a rilanciare le produzioni usando le dovute cautele indicate dagli scienziati e dalle disposizioni delle Autorità. Tra le varie problematiche da affrontare vi è quella del sostegno alle persone immigrate più fragili che, a causa dell'attuale legislazione e dal blocco sanitario internazionale, sono costrette a vivere nel nostro Paese con molti disagi, spesso in clandestinità e senza alcuna tutela.

Legambiente FVG aderisce al documento pubblico promosso da ASGI, gruppo Abele, e Libera, insieme a molte persone singole e associazioni, tra cui anche Rete DASI FVG. Il documento chiede l’emersione dall’invisibilità di migliaia di persone straniere soggiornanti in Italia che vivono e/o lavorano nel territorio italiano e una conseguente migliore tutela della salute personale e pubblica.

Nella fase due è improcrastinabile l’emersione del lavoro nero e di semi-schiavitù, nonché riconoscere a tutti i Diritti della Persona e la dignità a chi cerca lavoro nel rispetto dei contratti di lavoro nazionali.

Non è quindi rinviabile la regolarizzazione di queste persone fornendo loro permessi per la ricerca di lavoro oggi tanto richiesto da molte aziende.

In allegato il documento pubblico. Proposta regolarizzazione 27 aprile 2020.pdf

Stampa