AbitoVerde, la rubrica dedicata alla convivenza tra città e piante.

AbitoVerde, la rubrica dedicata alla convivenza tra città e piante.

Protagonisti delle nostre esplorazioni urbane saranno parchi, giardini, viali, aiole, balconi, orti, ma anche i prati ed il verde spontaneo.

Cosa dovremmo conoscere prima di modificare gli spazi verdi, pubblici e privati, sapendo che hanno un ruolo importante nel mantenere la salute dell'ecosistema urbano e il decoro del paesaggio?

Ne parleremo con esperti, amministratori e cittadini nella diretta visibile sulla pagina Facebook di Legambiente FVG giovedì 30 luglio dalle 18.45 alle 19.30.
Gli ascoltatori potranno inviare le loro opinioni e contribuire con proprie foto al tema del giorno.

Nella puntata del 30 luglio, Le succulente, maestre di risparmio energetico, parleremo del rapporto tra clima e sostenibilità addentrandoci nel mondo sorprendente delle succulente che per portamento e varietà sono da secoli molto apprezzate nei giardini pubblici e privati, in tutto il mondo. Piante tipiche dei climi aridi sono uno straordinario esempio di sostenibilità, dotate di particolari tessuti che permettono di immagazzinare grandi quantità di acqua che sanno amministrare sapientemente nei periodi di siccità.

Partiremo con le immagini di un’insolita fioritura iniziata lo scorso maggio a Gorizia dove, nell’aiola antistante i Musei Provinciali, un’agave americana ha prodigiosamente innalzato in pochi giorni il suo scapo. In contemporanea le lunghe foglie alla base si stanno già afflosciando, indice della lenta agonia della pianta madre che fiorisce una sola volta e poi muore. Ma non è la prima volta che un’agave monocarpica fiorisce a Gorizia, come testimoniano foto di fine ‘800 che immortalano l’inconsueto avvenimento nel giardino degli Attems-Petzenstein di Piedimonte.

Un ospite d’eccezione, il professor Mauro Mariotti, direttore dei Giardini Botanici Hanbury, ci racconterà quanto la storia dei giardini ci possa dare notizie preziose sui percorsi di adattamento e ibridazione delle piante esotiche e della loro influenza sul paesaggio urbano. In diretta dalla Liguria viaggeremo attraverso le collezioni botaniche che questi famosi giardini posseggono dall’Ottocento, in particolare le agavi che qui fioriscono numerose ogni anno. Approfondiremo con lui la scelta delle piante più sostenibili da introdurre nei nostri spazi verdi e ragioneremo su quanto sia importante rispettare il loro ciclo naturale, senza forzature. Immancabile la domanda sull’attuale fioritura dell’agave goriziana: figlia del clima o frutto del caso?

Diverse specie sono attualmente in sofferenza, mentre altre (le cactacee ad esempio) sono favorite dalla loro naturale adattabilità a condizioni di aridità. Quindi nello scegliere piante per i nostri giardini e balconi seguiamo i suggerimenti degli esperti e teniamo conto più dei cambiamenti climatici che delle mode del mercato per capire quanto siano sostenibili e gestibili. Le esperienze già fatte in passato con l’introduzione di specie potenzialmente invasive - pensiamo a palme, bambù, ailanti che in città hanno trovato un eccellente microclima e proliferano spontaneamente ovunque - ci dovrebbero spingere verso una maggiore consapevolezza e sensibilità nel progettare e curare il verde. Ne parleremo nelle prossime puntate.

AbitoVerde è una rubrica organizzata da Legambiente FVG ideata e condotta da Sonia Kucler.

È così che vorremmo la città, ora e domani, con un abito verde fatto su misura, con cui affrontare le diverse stagioni, colmare i difetti del troppo cemento, allietare gli animi, trovare motivi di sana sopravvivenza.


Stampa