Sui sentieri che rischiano di venire cancellati! Legambiente propone tre escursioni di protesta

Sui sentieri che rischiano di venire cancellati! Legambiente propone tre escursioni di protesta

Legambiente lancia un'iniziativa rivolta agli appassionati della montagna: nelle prossime tre domeniche di novembre invita a percorrere alcuni itinerari delle nostre Alpi che rischiano di venire sconvolti o cancellati dai progetti di nuova viabilità forestale in corso di approvazione.

La Regione FVG, infatti, utilizzando anche fondi della Protezione Civile stanziati per il ripristino dei danni provocati dalla Tempesta Vaia, ha in programma la realizzazione di nuove strade forestali sulle nostre montagne. Alcune delle opere proposte si svilupperanno anche al di sopra del limite della vegetazione, dove non ci sono certo alberi caduti da recuperare, e all'interno di aree SIC, che rivestono un particolare interesse ambientale. L'associazione ambientalista, che proprio su questi aspetti aveva deciso di assegnare una “bandiera nera” lo scorso mese di luglio, è fortemente preoccupata per la realizzazione di alcuni di questi interventi, che non hanno valide giustificazioni economiche e che rischiano addirittura di sconvolgere e banalizzare luoghi particolarmente suggestivi, sovrapponendosi, e quindi cancellando sentieri e mulattiere anche molto conosciuti e frequentati.

Assieme alla Delegazione Regionale del CAI, Legambiente è già intervenuta in modo ufficiale presso la Regione, chiedendo, sulla base di tutta una serie di documenti ed argomentazioni, che alcune di queste opere non vengano autorizzate.

“La nostra azione non si fermerà certamente qui – dichiara il responsabile del circolo della Carnia, Marco Lepre - ma in questo momento ci sembra necessario anche far crescere l'attenzione della gente di montagna, degli appassionati e degli organi di informazione sui pericoli reali che il nostro territorio rischia di correre: la perdita di ambienti e di percorsi unici che sempre di più in futuro saranno ricercati dai turisti e da chi frequenta la montagna per immergersi nella natura e per godere del suo paesaggio. Abbiamo così deciso di proporre delle marce lungo alcuni di questi itinerari per farli meglio conoscere e aumentare la pressione nei confronti degli organismi che dovrebbero autorizzare e finanziare la prevista nuova viabilità forestale”.

I PRIMI TRE APPUNTAMENTI si svolgeranno nel mese di novembre con questo calendario:

  • Domenica 8 novembre: Rifugio Marinelli
  • Domenica 15 novembre: Piani di Vas-Rifugio Chiampizzulon-Malga Tuglia
  • Domenica 22 novembre: Casera Mediana-Casera Tragonia

Le escursioni si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni anti-covid e potranno eventualmente subire delle variazioni anche in base alle condizioni meteorologiche.
Per partecipare sono indispensabili abbigliamento e calzature da montagna e mascherina.
Obbligo di iscrizione inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 15 del giorno precedente.
Trasferimento in auto e pranzo al sacco a cura di ciascuno dei partecipanti.

Meta di domenica 8 novembre sarà il RIFUGIO MARINELLI (m. 2122)
Appuntamento: ore 10 al Passo di Monte Croce Carnico (m. 1360)
Itinerario andata: sentiero CAI 146 (per la Scaletta).
Ritorno: segnavia CAI 148 e 161 (per Casere Plotta, Val di Collina e Collinetta di Sotto.
Difficoltà: Escursionistico.
Per ogni informazione contattare Marco Lepre – cell. 327.3505829

Stampa