Concluso il monitoraggio “Beach litter” sul litorale di Staranzano

Concluso il monitoraggio “Beach litter” sul litorale di Staranzano

Legambiente e NOPlanetB insieme nell’importante iniziativa di “Citizen Scienze”

È stato portato a termine da una decina di giovani volontari di Legambiente e NOPlanetB, nel pomeriggio di sabato, il monitoraggio Beach Litter, un'attività di citizen science, che mira a coinvolgere i cittadini nelle attività scientifiche. “La raccolta di dati sui rifiuti in spiaggia, dichiara Margherita Bertossi, del Direttivo del circolo di Legambiente, consente di acquisire informazioni su quantità, trend e fonti di quella quota di marine litter immediatamente visibile a tutti noi, in relazione con la Direttiva Europea sulla Strategia Marina (2008/56/CE). Capire cosa deturpa le nostre spiagge, continua la giovane ambientalista, serve anche ad agire sulle nostre abitudini di consumo e sui nostri comportamenti, perché la soluzione parte proprio da qui.

Il protocollo utilizzato coincide con quello dell’European Environmental Agency nel programma Marine Litter Watch ed è usato da altre associazioni e istituti di ricerca.

Sul litorale di Staranzano, i volontari hanno dapprima delimitato un’area di indagine standard, lunga 100 metri e ampia dalla battigia alla fine della spiaggia, raccolto tutti i rifiuti e infine, registrati su apposite schede seguendo le categorie di campionamento indicate. È prevista la raccolta di rifiuti a partire da 2,5 cm di lunghezza, per essere sicuri di includere nel monitoraggio tappi, coperchi e mozziconi di sigarette.

Sono stati raccolti 4 sacchi colmi di materiale indifferenziato, contenitori di plastica, lattine e una ventina di bottiglie di vetro, tutto avviato a riciclo. Moltissime le “calze” di plastica utilizzate in mitilicoltura e un’infinità di frammenti di plastica e polistirolo. E non sono mancate neanche alcune mascherine, testimoni del periodo pandemico in corso.

Conclusa questa iniziativa, Legambiente sta già attrezzandosi per organizzare, in collaborazione con le società di canoa e Kayak di Monfalcone, la consueta “Operazione Spiagge e Sponde Pulite”, che verrà effettuata domenica 9 in mattinata, sul canale Brancolo e in un’area del Biotopo “Schiavetti”.

Coloro che vogliono conoscere le moltissime attività di Legambiente e collaborare con l’associazione, possono segnalare la propria disponibilità all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., al numero di cell. 3283548063 (anche whatsapp) e seguire la pagina FB Legambiente Monfalcone.


Stampa