Messa a dimora di alberelli nelle scuole

Ogni anno Legambiente organizza una campagna per la tutela del verde e del territorio, nell’ambito della Giornata Nazionale degli Alberi del 21 Novembre. Quest’anno, affiancandosi alle numerose manifestazioni degli ultimi tempi, il Circolo Legambiente di Gorizia ha desiderato essere nuovamente presente, con un’attività di messa a dimora di alcune piante, per apportare il proprio contributo contro il cambiamento climatico nel nostro territorio.

Solitamente le piantumazioni si svolgono a Novembre negli spazi all’aperto di scuole, ospedali, istituti e parchi, per agevolare l’attecchimento delle giovani piante e il loro consolidamento nel terreno, ma a volte, a causa dei tanti impegni dell’associazione (come le giornate ecologiche durante la campagna di “Puliamo il Mondo” e altri eventi) si è costretti a spostare la messa a dimora a fine inverno, nel mese di Marzo.

Lo scorso Dicembre l’Associazione ha ricevuto una richiesta di collaborazione da due scuole primarie dell’Istituto comprensivo con lingua d’insegnamento slovena di Gorizia: la scuola elementare Oton Zupancic di Via Brolo e la scuola elementare Fran Erjavec di Sant’Andrea. Visto che in quel periodo faceva molto freddo, si è optato di spostare la messa a dimora degli alberi a Marzo.

Le piante sono state fornite gratuitamente agli istituti scolastici dal Vivaio Forestale Regionale “Pascul” di Tarcento (dove in particolare le scuole possono effettuare delle visite guidate). Noi abbiamo richiesto 3 aceri montani, 3 faggi, 1 nocciolo e 2 tigli selvatici (tutti piccoli ma robusti, ottenuti da semina e non da innesto).

Già nei primi giorni di Marzo presso la scuola elementare di Via Brolo il maestro Tomaz e i bambini avevano collocato a dimora le piantine più piccole (aceri, faggi e tigli), mentre altre due, più sviluppate, sono state piantate il 9 marzo vicino all’ingresso della scuola stessa. Dovremo sistemare ancora i tubi corrugati a protezione dello sfalcio e i tutori di sostegno. Siamo stati lieti di vedere il maestro Tomaz lavorare la terra e la nostra socia Sonia spiegare ai bambini come si eseguono i lavori in giardino e soprattutto illustrare loro la storia del luogo di Via Brolo. I bambini, molto interessati e curiosi, hanno cercato in ogni maniera di rendersi utili.

Inoltre la nostra associazione ha donato alla scuola elementare di Sant’Andrea un tiglio di tre metri (scelta consigliata dalla maestra Barbara), ma per collocarlo a dimora non è bastata un’ora di lavoro da parte di un nostro socio giardiniere, in quanto nel posto scelto erano presenti ancora integre le radici di un antico ippocastano. Finalmente il 23 marzo il tiglio (albero molto amato- Lipa in sloveno) è stato piantato in una grande buca.

Due giorni dopo anche l’ultimo acero del vivaio è stato collocato dietro la scuola. Gli alunni della seconda elementare della scuola Fran Erjavec (con la maestra Sara) si sono subito affezionati a quell’alberello di quasi un metro, il più piccolino di tutti, e hanno provveduto immediatamente a bagnarlo; se non dovesse piovere, continueranno a bagnarlo ogni tre giorni. Anche in questa occasione i volontari dell’associazione sono stati molto colpiti dalla consapevolezza e intraprendenza dei bravissimi bambini.

Se interessati alla Festa dell'Albero, chiamare il numero 3345212735 (no whatsapp) o scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

alberello Via Brolo marzo 2022

tiglio sant Andrea marzo 2022

logo

facebook logo logo twitter logo youtube logo instagram logo telegram