Quale futuro? Il nostro ruolo nei cambiamenti climatici

Negli ultimi anni si parla spesso di cambiamenti climatici, tuttavia molti di noi non comprendono esattamente di cosa si tratti; significa forse che in inverno ci sarà meno neve? Se fa invece molto freddo, significa che i cambiamenti climatici sono una farsa? O si tratta forse di estati calde con temperature che di notte superano gli 20°C? Basta questo per dire che fa davvero troppo caldo?

Per capire meglio la situazione, trent’anni fa è stato istituito il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC), un organo scientifico e intergovernativo sotto l’egida delle Nazioni unite. I ricercatori di tutto il mondo e di più svariati settori hanno cominciato ad occuparsi del clima, che non è la stessa cosa del meteo. Tutti i dati e i modelli portano alle stesse conclusioni.

Per cercare di illustrare questi temi ad un pubblico più ampio e soffermarsi sugli effetti che non saranno presenti soltanto tra cinquant’anni, ma sono presenti già oggi sul nostro territorio e nella nostra quotidianità, il Comune di San Dorligo della Valle-Dolina e Legambiente - Circolo verdeazzurro di Trieste organizzano quattro incontri:

Il primo incontro si svolgerà venerdì 22 aprile alle 18.00 presso il Centro visite della Riserva naturale della Val Rosandra con il relatore dott. Nicola Bressi, conservatore del Civico Museo di Storia Naturale di Trieste ed esperto di ecologia del territorio della provincia di Trieste, sul tema dell’”inquinamento climatico nella fauna e nella flora di casa nostra”.

Il secondo incontro, previsto per giovedì 12 maggio alla stessa ora e nello stesso luogo, vedrà come relatore il dott. Renato Colucci, ricercatore dell’Istituto di Scienze Polari del CNR e docente di glaciologia all’Università degli Studi di Trieste, che illustrerà “i delicati equilibri tra clima e ghiaccio”.

Il terzo incontro, previsto per venerdì 20 maggio alle 18.00, sempre presso il Centro visite della Riserva naturale della Val Rosandra, vedrà come relatore il dott. Alessandro Massi Pavan, docente all’Università degli Studi di Trieste e coordinatore della Summer School on Energy Giacomo Ciamician, che tratterà il “Fotovoltaico alla guida della transizione energetica”.

Il ciclo degli incontri si concluderà con la presenza di un membro del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) e del gruppo di lavoro che nel 2007 ha vinto il premio Nobel, considerato uno degli scienziati più influenti del mondo: si tratta del climatologo prof. Filippo Giorgi, direttore della Sezione Scienze della Terra del Centro internazionale di Fisica Teorica (ICTP), che nella giornata di venerdì 27 maggio alle 18.00 presso il teatro comunale “France Prešeren” di Bagnoli della Rosandra-Boljunec illustrerà i “cambiamenti climatici dal globale al locale: il Mediterraneo e il Friuli Venezia Giulia”.

Gli incontri si svolgeranno in lingua italiana.

Locandina Quale Futuro

Locandine dei singoli incontri:
Locandina_22_aprile.jpg
Locandina_12_maggio.jpg
Locandina_20_maggio.jpg
Locandina_27_maggio.jpg

logo

facebook logo logo twitter logo youtube logo instagram logo telegram