L’assemblea annuale dei soci di Legambiente Monfalcone: si fermi la guerra in Ucraina, serve un impegno comune contro la Crisi climatica

Giovedì 28 aprile 2022, si è svolta l’Assemblea dei Soci del Circolo Legambiente “Ignazio Zanutto” presso la sede dell’ANPI in via Valentinis 84, a Monfalcone. 

Oltre ai componenti del Direttivo uscente, hanno partecipato una trentina tra soci e persone interessate all’Associazione.

I punti all’ordine del giorno sono stati:

  1. Relazione delle attività del 2021/primo quadrimestre 2022 e presentazione del programma per il 2022
  2. Illustrazione ed approvazione del Bilancio Consuntivo 2021 e preventivo 2022
  3. Proposta di integrazione del Direttivo 
  4. Varie ed eventuali
  5. Il presidente Michele Tonzar ha introdotto l’Assemblea con un riferimento alla guerra in Ucraina, esprimendo la solidarietà a quel popolo, la condanna della guerra, e la preoccupazione per le ripercussioni sui futuri equilibri internazionali e sulla transizione energetica nel nostro paese. 

La crisi climatica è argomento di fondamentale importanza e impernia gran parte dell’attività e delle riflessioni del circolo, e in genere di Legambiente. Al proposito il presidente espone le ultime iniziative assunte, dal convegno del 29 novembre, con la partecipazione di esponenti di rilievo (Sorokin, Silvestrini, Eroe, Serafini..)  alla mobilitazione del 12.02 “A tutto gas, ma nella direzione sbagliata”, che ha coinvolto un ampio schieramento di associazioni unite nel condannare il ricorso a gas e nucleare come fonti della transizione energetica. E’ in previsione un rinnovato impegno per formulare ipotesi alternative alla riconversione a gas della centrale ed inoltre il circolo si sta attivando per promuovere l’istituzione di comunità energetiche in alcuni comuni del territorio.

La vice-presidente Valentina Tortul ha proseguito nella relazione a partire dalla considerazione che anche nel periodo considerato il Covid ha condizionato soprattutto le attività con le scuole, riducendo la possibilità di realizzare numerosi progetti che in parte verranno recuperati nei prossimi mesi. Sono state invece realizzati i Laboratori sotto il Sole, nelle spiagge a Grado.

Anche nel 2021 si sono svolte le campagne nazionali: il PIM, seppure con di meno scuole rispetto agli anni passati, Spiagge e Fondali puliti, Goletta Verde. A breve scadenza sono in programma il Beach Litter (14 maggio) e la Giornata Mondiale dell’Ambiente (4 giugno, con l’azienda Lactalis di Torviscosa).

              Per quanto riguarda la tutela del territorio e degli ambienti naturali, ci siamo impegnati soprattutto sulla difesa del Verde Urbano, sugli interventi di diradamento dei pini nel Parco del Carso Monfalconese, su varie problematiche relative all’Isonzo (disboscamenti in golena, sghiaiamenti, siccità e moria di pesci…), ma anche sulla rinaturalizzazione del territorio, in particolare della Roggia di San Canzian, e salvaguardia della naturalità di canali e corsi d’acqua, sottoscrivendo un Protocollo di collaborazione con il Consorzio di Bonifica Venezia Giulia. Legambiente partecipa come stake-holder al progetto Eco-Smart, con lo scopo di ridurre l’impatto dei cambiamenti climatici sulla ZCS Cavana di Monfalcone e della eccessiva fruizione turistica.

Abbiamo affrontato il progetto di velocizzazione della rete ferroviaria da parte di RFI, presentando delle osservazioni alla procedura di VIA del tratto Mestre-Ronchi, soprattutto per quanto riguarda il nuovo ponte sull’Isonzo; attenzione particolare sarà dedicata all’analisi del tratto Ronchi-Trieste il cui progetto sarà probabilmente presentato nel periodo estivo.

Si cercherà di creare nuovo interesse intorno alle tematiche che riguardano la Riserva Naturale Foce Isonzo, così come si continuerà a ribadire la contrarietà al rimaneggiamento della Piazza della Repubblica a Monfalcone, intervento, a nostro giudizio, inutile e, con l’eliminazione degli alberi, in contrasto con ogni logica di adattamento ai cambiamenti climatici. 

Il programma prevede anche un Campo di volontariato (stanziale o di prossimità, sul litorale), Puliamo il Mondo nel periodo autunnale, e alcuni progetti con Istituti scolastici: “La scuola si fa attiva” con l’ISIS BEM, “L’emergenza climatica spiegata ai ragazzi” promossa dalla COOP Alleanza 3.0, la partecipazione al “Festival del Coraggio” di Cervignano, in sinergia con Legambiente FVG. 

Saremo inoltre presenti alla Festa del 1° maggio a San Pier d’Isonzo, con il laboratorio “Le piante: se le conosci le ami”.

Nel dibattito che ne è seguito, sono stati chiesti chiarimenti sull’utilizzo del carbone nella A2a, e le proposte di porre attenzione sulle prospettive di sviluppo economico del territorio monfalconese a seguito dell’istituzione della Zona Logistica semplificata, il blocco dell’ ampliamento della barriera autostradale del Lisert, con la possibilità di liberalizzare il tratto fino a Villesse, la necessità di una valutazione complessiva del sistema trasporti, in relazione all’incremento del traffico merci a seguito dello sviluppo del porto di Trieste , da fare assieme  il Circolo triestino dell’associazione. 

La relazione “Attività realizzate nel 2021 e programma per il 2022” viene messa ai voti ed approvata all’unanimità.

  1. Il tesoriere Mauro Bertossi ha illustrato bilancio consuntivo 2021 e preventivo 2022, descrivendo ogni singola voce dei due documenti successivamente posti in votazione ed approvati all’unanimità.
  2. Si è poi passati alla proposta di integrazione del direttivo nella persona di Adriano Dreos, dopo averne verificato la disponibilità. L’assemblea approva all’unanimità, con la sola astensione dell’interessato. 

logo

facebook logo logo twitter logo youtube logo instagram logo telegram