12 febbraio su Video Tele Carnia per il Dossier delle Bandiere!

12 febbraio su Video Tele Carnia per il Dossier delle Bandiere!

La sera di mercoledì 12 febbraio, alle ore 20.45, andrà in onda un programma dedicato al Dossier delle Bandiere di Legambiente che il Circolo Legambiente della Carnia-Val Canale-Canal del Ferro ha da poco pubblicato.

La trasmissiona sarà su Video Tele Carnia, canale digitale terrestre 690, visibile in tutta la regione friulana e parzialmente in Veneto.

Ma che cos'è il “DOSSIER” DELLE BANDIERE?

Carovana delle Alpi è una campagna rivolta alle “terre alte” che Legambiente propone ogni estate a partire dal 2002. Dal 2004, all'interno di questa specifica iniziativa, vengono assegnate delle “bandiere verdi” e delle “bandiere nere” a quei soggetti (singoli, enti, istituzioni, imprese, associazioni, comitati di cittadini) che si distinguono, nel bene o nel male, per il loro modo di operare in montagna.

In questo contesto è uscito il “DOSSIER delle Bandiere” assegnate in Friuli Venezia Giulia dal 2004 al 2019. Si tratta di un volume di 160 pagine, in formato 21x30 cm, che contiene 62 schede descrittive originali e una novantina di fotografie a colori.

Contrariamente a quello che qualcuno potrebbe immaginare, non si tratta di un'arida elencazione di numeri o di norme, ma di una vera e propria “guida” per orientarsi tra quello che di positivo e di negativo è stato realizzato in questa parte dell'arco alpino. È un'occasione, così, per conoscere o ricordare progetti, iniziative, battaglie, spesso ignorate o trascurate dagli organi di informazione, ma che sono stati fondamentali per delineare la realtà in cui oggi ci troviamo a vivere.
Dagli svariati milioni di euro pubblici investiti nel turismo invernale senza tenere conto degli scenari dovuti ai cambiamenti climatici, alle manifestazioni contro un progetto di elettrodotto aereo transfrontaliero che avrebbe avuto effetti devastanti per il paesaggio; dalle battaglie in difesa dell'acqua pubblica e per un corretto utilizzo delle risorse idriche, all'idea dell'Albergo Diffuso, un'alternativa ai “villaggi turistici” in quota e alla banalizzazione e cementificazione dei luoghi; dalle conseguenze della pratica abusiva degli sport motoristici lungo i sentieri, alla realizzazione di Alpe Adria, considerata una delle più belle piste ciclabili d'Europa; per non dimenticare gli agricoltori “custodi” di un patrimonio di biodiversità e le esperienze di giovani che ritornano alla terra e all'allevamento: attraverso le pagine di questo “dossier” si incontrano effettivamente un pezzo di storia del territorio montano e le persone che ne sono state protagoniste.

ll volume è stato curato da Marco Lepre, ma è frutto di un lavoro collettivo che ha coinvolto vari soci di Legambiente ed esperti e personalità che hanno collaborato con l'associazione.

È dedicato sia a chi vive in montagna che a coloro che semplicemente la amano e la frequentano. L'augurio è che questo lavoro, che è il primo del genere nel nostro Paese, sia presto seguito dai “dossier” relativi alle altre regioni alpine.


Stampa